Medusa a tutta commedia nel segno di Zalone

Maglietta verde, cappello di rafia in testa, l'aria tesa e concentrata e sullo sfondo capanne di paglia e un africano che sorseggia una bevanda: è l'immagine del santino Checco Zalone stampata sul listino di Medusa.

Scheda Film

Dopo tre anni (che poi saranno quattro visto che uscirà il 1 gennaio 2020) di attesa finalmente il nuovo film dell’attore, questa volta per la prima volta anche regista, intitolato Tolo Tolo e girato in Kenya, è pronto a dominare gli incassi del cinema italiano.

L’amministratore delegato di Medusa Giampaolo Letta, con accanto il presidente Carlo Rossella, illustra le dieci uscite per l’anno che verrà e lo stile, al solito, è di understatement ma e’ chiaro che il terremoto Zalone è quel che loro e gli esercenti attendono da tempo: di un autore capace di fare le file fuori la sala come nessuno più mai e di intercettare la pancia degli italiani con temi importanti facendoci ridere di noi stessi. L’ultimo precedente ha la cifra record di 70 milioni di euro, Quo Vado? I tempi sono cambiati, non c’era l’esplosione delle piattaforme ma la forza comica del pugliese questa volta espatriato a Malindi fa ovviamente sperare.

“La ‘vera’ magia e’ solo in sala.” è lo slogan di Medusa, un messaggio neanche troppo subliminale al pubblico distratto dai device, dai film sullo smartphone e dal binge-viewing sul salotto di casa. “Sarò retorico – dice all’ANSA Letta – ma per noi il cinema è in sala e a prescindere dal fenomeno streaming continuiamo a puntarci”. Medusa ha nel dna la commedia, “questa volta – prosegue l’ad – in tutte le declinazioni possibili”. Rischio ingorgo? “Dopo Zalone abbiamo programmato Odio l’estate con Aldo Giovanni e Giacomo il 30 gennaio, immaginando una tenitura importante per Tolo Tolo e un lancio di AG & G con i trailer durante il film di Checco”.

La presentazione del listino è l’occasione di un primissimo bilancio dell’estate al cinema appena cominciata: “ci vorranno tre anni per osservare se c’è stato il cambiamento delle abitudini degli italiani. Intanto mi sembra una buona partenza – spiega Letta – con un grande impegno delle major a distribuire film-evento che al momento stanno funzionando. Il cinema italiano ci sta mettendo un po’ di più perché gli incentivi del governo sulle uscite estive si sono capiti dopo. La fatica più grande è convincere gli autori stessi a considerare l’uscita d’estate. Ma anche qui è una questione di abitudine, Il traditore di Bellocchio e Ma cosa ci dice il cervello con la Cortellesi ad esempio, usciti in un periodo già ‘critico’ hanno avuto bei riscontri”.

L’apertura di stagione per Medusa sarà con un debutto: Tuttapposto, dal 3 ottobre, regia di Gianni Costantino con Roberto Lipari studente universitario che inventa un’App per valutare i professori nell’intento di eliminare i voti raccomandati (peccato lui sia il figlio del rettore). Il 17 ottobre esce Se mi vuoi bene di Fausto Brizzi con un cast corale guidato da Bisio, Rubini, Insinna, Lucia Ocone tra gli altri. Brizzi ha ben due film in listino: nel 2020 uscirà La mia banda suona il pop con De Sica e Abatantuono. Dal 30 ottobre L’Uomo del labirinto, atteso secondo film dello scrittore Donato Carrisi un thiller mozzafiato con Toni Servillo e Dustin Hoffman. Dal 14 novembre Sono Solo Fantasmi diretto e interpretato da Christian De Sica, con Buccirosso e Gianmarco Tognazzi, dal 12 dicembre il nuovo (senza titolo) film di Ficarra e Picone, un ladro e un prete in viaggio nel tempo (omaggio a Benigni-Troisi?) nell’anno zero della nascita di Gesù con Massimo Popolizio nel ruolo di Erode. Nel 2020 dopo Zalone, Aldo Giovanni e Giacomo escono anche la commedia di Rolando Ravello E’ per il tuo bene con tre coppie Giallini-Ferrari, Battiston-Pandolfi e Salemme-Lodovini, il nuovo film di Guido Chiesa Senza Filtro e Una Femmina di Francesco Costabile ispirato al libro di Lirio Abbate Femmine Ribelli, tra le poche eccezioni alla commedia nel listino Medusa insieme al film di Walter Veltroni Quando con Claudio Bisio che si risveglia da un coma che dura dal giorno dei funerali di Berlinguer. Si arriva così al finale di stagione 2020 con due ulteriori assi nella manica: il nuovo atteso film di Paolo Genovese Supereroi (quanti superpoteri deve avere una coppia per resistere al tempo che passa?) e 10 giorni con Babbo Natale, spin off di 10 giornisenza mamma: Alessandro Genovesi alla regia e la conferma del cast acchiappa famiglie Fabio De Luigi, Valentina Lodovini e Diego Abatantuono.


Torna alle News


Terminate le riprese di “Muori di lei”
Sono terminate a Roma, dopo 6 settimane, le riprese di Muori di lei, il nuovo film di Stefano Sardo (già regista di Una relazione, presentato alle Giornate degli Autori al Festival del Cinema di Venezia) con protagonisti Riccardo Scamarcio, Mariela Garriga, Maria Chiara Giannetta. Un originale noir sentimentale, ricco di sorprese e sconvolgenti rivelazioni, in cui i ruoli di vittima e carnefice si ribaltano, dando vita a insoliti cambi di prospettiva.  “Muori di lei parla di un ‘uomo che guarda’: sposato con Sara, una donna più ricca di lui (Maria Chiara Giannetta), superata da poco la boa dei quarant’anni, Luca (Riccardo Scamarcio) è un insegnante in crisi che durante il lockdown si ritrova a far da spettatore della vita di Amanda (Mariela Garriga), la nuova vicina, e decide di rompere la distanza che li separa, con conseguenze disastrose” – dichiara Stefano Sardo – “Da tempo volevo fare un film sul desiderio: è un elemento dirompente nelle nostre vite, eppure nel cinema italiano latita, come se non ci si interrogasse più su quel grumo di energie oscure che ci abita, maschi e femmine”. Completano il cast Paolo Pierobon, Giulio Beranek, Francesco Brandi e Mariana Falace. La fotografia è curata da Francesco Di Giacomo, il montaggio da Sarah McTeigue, con la scenografia di Mauro Vanzati, i costumi di Cristina La Parola, il casting di Chiara Natalucci e Mara Veneziano. Scritto a quattro mani da Stefano Sardo e Giacomo Bendotti da un soggetto di Sardo, Muori di lei è prodotto da Ines Vasiljević e Stefano Sardo, una produzione NightSwim e Medusa Film, in coproduzione con Baš Čelik, con il contributo del MIC – Ministero della Cultura, e uscirà prossimamente nelle sale cinematografiche distribuito da Medusa Film. 
Trionfo per “Un mondo a parte” sfiora il milione di euro a Pasquetta e con 131 mila spettatori si conferma il film più visto
Il film interpretato da Antonio Albanese e Virginia Raffaele cresce rispetto alla giornata di Pasqua, sfiorando 1 milione di euro (€ 935.597). Il totale, dopo 5 giorni, è di quasi 2.8 milioni di euro (€ 2.765.744) con 394.556 spettatori. Dichiara Giampaolo Letta, AD di Medusa Film che distribuisce il film: “Il successo di UN MONDO A PARTE fa bene a tutti! Un segnale positivo per il cinema italiano che ci fa capire sempre di più l’interesse del pubblico per le storie vere e di sentimenti che raccontano della nostra cultura italiana. Riccardo Milani ci ha regalato un altro film divertente, emozionante, commovente e poetico che racconta con garbo e nobile leggerezza temi importanti quali lo spopolamento dei piccoli paesi di montagna ed il rischio di chiusura delle scuole per mancanza di studenti, l’integrazione e l’inclusione. Si ride e si riflette grazie anche alla grande professionalità dei due straordinari protagonisti Antonio Albanese e Virginia Raffaele che insieme al regista stanno incontrando in questi giorni il pubblico di ragazzi, adulti, famiglie e bambini in un tour che sta attraversando tutta l’Italia”. “Siamo molto felici dell’ottima partenza di UN MONDO A PARTE – aggiunge Mario Gianani che con Lorenzo Gangarossa ha prodotto il film per Wildside società del gruppo Fremantle – Riccardo Milani conferma la sua capacità di trattare con estrema sensibilità temi che sanno coinvolgere emotivamente un largo pubblico. Antonio Albanese e Virginia Raffaele sono due straordinari attori e, insieme, formano una coppia inedita eppure già molto affiatata. La strada del film è appena iniziata e con Medusa lo accompagneremo il più lontano possibile”. “Sono molto contento del successo del film – dichiara Riccardo Milani – e in particolare che la storia di una comunità così piccola, con protagonisti sette bambini e due maestri delle scuole elementari, abbia raggiunto il cuore di tante persone. Credo sia un bel segnale che arriva forte dai piccoli centri del nostro Paese, un segnale di resistenza umana e culturale di un’Italia che non vuole arrendersi e non vuole abituarsi al peggio”. Dopo le anteprime e i primi saluti in sala, Riccardo Milani e i protagonisti Antonio Albanese e Virginia Raffaele continuano il tour nei cinema di città e provincia; stasera a Modena e Bologna per poi proseguire a Rimini, Riccione, Napoli, Bari, Barletta, Perugia, Ostia, Padova, Genova, Torino, Cagliari. UN MONDO A PARTE di Riccardo Milani – scritto dallo stesso Milani con Michele Astori – è prodotto da Wildside, società del gruppo Fremantle in associazione con Medusa Film e distribuito da Medusa Film.
Un mondo a parte: incontra il regista e il cast al cinema
UN MONDO A PARTE: INCONTRA IL REGISTA E IL CAST AL CINEMA (sale in continuo aggiornamento) Giovedì 28 marzo Roma-Eden-20.15 Roma-Greenwich-21.30 Roma-Giulio Cesare-18.45 e 21.00 Venerdì 29 marzo           Roma-The Space Parco de Medici-20.00 Roma-Eurcine-18.45 e 21.00 Fiumicino-Uci Parco Leonardo-19.00 Sabato 30 marzo             Firenze-Uci Luxe Campi Bisenzio-16.30 Prato-Giometti Omnia Prato-17.30 Firenze-The Space Novoli-19.00 Firenze-Principe-20.00 Firenze-Odeon-21.00 Domenica 31 marzo       Roma-Uci Porta di Roma-19.30 Roma-Lux-20.30 Roma-Barberini -21.30 Martedì 2 aprile Modena-Victoria-18.45 e 19.00 Bologna-The Space Bologna-20.00 Bologna-Modernissimo-20.00 Bologna-Odeon  -21.00 Mercoledì 3 aprile Riccione-Giometti Cinepalace-20.15 Rimini-Giometti Le Befane-21.00 Giovedì 4 aprile Nola-The Space Nola-19.30 Marcianise-Uci Marcianise-20.30 Afragola-Happy Cinema-21.15 Venerdì 5 aprile               Casoria-Uci Casoria-19.30 Napoli-The Space Napoli-21.00 Napoli-Modernissimo-22.20 Sabato 6 aprile  Bari-The Space Casamassima-18.45 Bari-Uci Showville-19.45 Bari-Ciaky-20.30 Bari-Galleria-21.00 Domenica 7 aprile           Barletta-Paolillo-18.00 Bisceglie-Politeama-19.00 Molfetta-Uci Molfetta-20.00 Lunedì 8 aprile   Perugia-Zenit-18.00 Bolsena-Moderno-21.00 Martedì 9 aprile              Ostia-Cineland-18.30 e 20.00 Mercoledì 10 aprile        Padova-Multiastra-20.00 Padova-Portoastra-20.30 Venerdì 12 aprile             Torino-Ambrosio-20.30 Torino-Massaua-21.15 e 21.30 Sabato 13 aprile              Cagliari-The Space Quartucciu-20.00 Cagliari-Notorious-20.50 e 21.00 Cagliari-Odissea- 17.00 e 21.15 Domenica 14 aprile  Oristano-Ariston-17.00 Nuoro-Prato – 18.15 Sassari-Citiplex Moderno – 21.00 Martedì 16 aprile             Genzano – Cynthianum – 20.30 e 20.45  
Scopri tutti i Film
Ennio Doris – C’è anche domani
Scopri di più
Un mondo a parte
Scopri di più
Race for Glory
Scopri di più
Martedì e Venerdì
Scopri di più
I Soliti Idioti 3 – Il Ritorno
Scopri di più
SANTOCIELO
Scopri di più
Paolo Conte alla Scala – Il maestro è nell’anima
Scopri di più
La guerra dei nonni
Scopri di più
L’ultima volta che siamo stati bambini
Scopri di più


Medusa Film Spa


Sede legale - Viale Aventino 26 00153 Roma | Cap. Soc. € 120.000.000,00 int. vers. | Registro delle Imprese di Roma 03723360156 | P. Iva: 04980391009 | Num. lic. SIAE 1927/l/1954

Privacy Policy | Cookie Policy Chiudi