Tutta colpa di Freud: un esordio boom

Tutta colpa di Freud: un esordio boom

Roma, 27 gennaio 2014

Una partenza sprint, un primo weekend in sala da applausi a scena aperta e spettacoli continuamente esauriti. Dopo aver sbancato il botteghino con il fortunatissimo dittico di “Immaturi”, Paolo Genovese colpisce ancora. E lo fa con una commedia che sta conquistando il pubblico italiano. Grande esordio in sala dunque per “Tutta colpa di Freud” – prodotto da Lotus Production e Medusa Film che lo distribuisce in sala – capace in appena quattro giorni di programmazione nei cinema di arrivare a più di 2 milioni di euro (2.098.227) con un’ottima media per copia di 5057 euro, tallonando in questo il film di Scorsese (5911). Si tratta di uno degli esordi in sala più alti degli ultimi sei mesi per un film italiano, capace in questo caso di tenere testa allo Scorsese di “The Wolf of Wall Street” con cui ha ingaggiato un forsennato testa a testa.

Tutti pazzi dunque per la psicoanalisi in rosa della commedia di Genovese, magnificata da un cast da applausi in cui primeggiano Marco Giallini e le sue fantastiche primedonne fra cui Anna Foglietta, Claudia Gerini e Vittoria Puccini.