TORNANO I MAGHI DEL CRIMINE CON NOW YOU SEE ME 2 CON DANIEL RADCLIFFE NELLA PARTE DEL CATTIVO!

TORNANO I MAGHI DEL CRIMINE CON NOW YOU SEE ME 2 CON DANIEL RADCLIFFE NELLA PARTE DEL CATTIVO!

(ANSA) – NEW YORK, 6 GIU GNO

Daniel Radcliffe torna sul grande schermo, questa volta nella parte del cattivo, per ‘Now You See Me 2′.
I maghi del crimine sono tornati: a tre anni di distanza dal film in cui ‘i quattro cavalieri’ hanno dato vita ad una squadra ispirandosi a Robin Hood, con l’intento di rapinare i ricchi durante i propri spettacoli per poi regalare la refurtiva agli spettatori, arriva al cinema il sequel.
‘Now You See Me 2′, in uscita l’8 giugno nelle sale italiane, è distribuito da Medusa Film in collaborazione con Leone Film Group, e porta l’illusionismo a nuove vette di stupore. Ma la grande novità è la presenza dell’ex Harry Potter come ‘anti-mago': ”Finalmente ho avuto un ruolo da cattivo – afferma l’attore all’ANSA durante la presentazione a New York – Il regista ha fatto un lavoro fantastico, per realizzare qualcosa di questa portata serve una vera visione”. ”E lavorare con questo gruppo è stato davvero divertente”, precisa. Il cast in effetti è davvero stellare: i quattro maghi sono interpretati da Jesse Eisenberg, Woody Harrelson, Dave Franco – già presenti nel primo capitolo – e la new entry Lizzy Caplan nei panni del ‘cavaliere’ Lula. E ancora torna Mark Ruffalo nei panni dell’agente dell’Fbi Dylan Rodhes, Morgan Freeman nel ruolo di Thaddeus, e Radcliffe interpreta il ‘cattivo’ Walter Mabry.

Ad un anno di distanza dagli eventi del primo film, i ‘cavalieri’ tornano in azione diretti questa volta da Jon M. Chu, sul copione di Peter Chiarelli e Ed Solomon, per cercare di smascherare le pratiche di un magnate della tecnologia. Si tratta della più difficile rapina della loro carriera, che li costringerà poi ad inscenare un’esibizione senza precedenti per svelare chi si trova dietro al complotto.
Chu è stato un grande fan di ‘Now You See Me’, e quando gli hanno chiesto di dirigere il sequel ha accettato immediatamente. “È stato emozionante lavorare con tutte queste leggende insieme – racconta – mi aspettavo che qualcuno facesse il ‘divo’, invece ci siamo immediatamente trovati benissimo”. La pellicola è ambientata prima a New York, poi a Macao, in Cina, e infine a Londra. ”È stato scelto Macao perché serviva un posto simile a Las Vegas (dove è stato girato il primo capitolo), ma con una cultura orientale”, spiega Chu. Dave Franco, il mago delle carte Jack Wilder, rivela invece che girare il film è stato estenuante: ”abbiamo lavorato 6 giorni a settimana per mesi, 12-14 ore al giorno”, afferma, precisando che questo film riunisce tutto ciò che ama fare come attore ossia commedia, momenti seri e scene in cui può mettere a frutto la sua esperienza sportiva.
Anche la nuova arrivata, Lizzy Caplan, si è trovata subito in sintonia con il resto del cast. Al centro del film c’è il tema della privacy, e l’attrice racconta di avere un pessimo rapporto con i social media. “Non ho Twitter, ne’ Instagram nè Facebook – dice – Al giorno d’oggi il numero di follower che hai è direttamente collegato ai tuoi lavori futuri, ma credo sia sbagliato perché non centra nulla con il talento”.
Per Mark Ruffalo, il grande successo del primo film (che ha incassato 300 milioni di dollari) ”è derivato dall’idea che le loro azioni si ispirassero a Robin Hood, usando magia e tecnologia”. ”E ora, il tema della privacy è altrettanto interessante”, aggiunge. Ma tiene anche a sottolineare quanto per lui sia stata ”una benedizione” recitare numerose scene al fianco di Morgan Freeman: ”è il mio eroe, ed è anche molto generoso, mi ha sempre fatto sentire a mio agio”.
(Di Valeria Robecco, Fonte: ANSA).