La grande bellezza: candidato all’Oscar come Miglior Film Straniero

La grande bellezza: candidato all’Oscar come Miglior Film Straniero
Era nell’aria, certo. Dopo la standing ovation ricevuta all’Hilton di Beverly Hills con il Golden Globe in mano, lo stesso Sorrentino un pensierino lo ha fatto di sicuro.

Oggi, la conferma. “La grande bellezza” entra ufficialmente in gara per l’Oscar come miglior film straniero. Dopo la trionfale accoglienza ricevuta in tutto il mondo da pubblico e critica, Jep Gambardella arriverà finalmente al Kodak Theatre di Los Angeles.

Sigaretta in bocca, Martini alla mano, battuta pronta a terremotare la platea dorata del parterre di stelle. Una soddisfazione, un gran bella soddisfazione.
Perché l’Italia mancava all’appuntamento con la candidatura all’Oscar dal 2006 (l’anno de “La bestia nel cuore”), e perché il capolavoro di Sorrentino rilancia il nostro Paese, galvanizza la nostra cultura, accarezza il ritorno dell’Italia ad un ruolo da protagonista anche in ambito cinematografico.
La prima grande vittoria è già incassata.