Sapore di te

  • Sapore di te 2
  • Sapore di te 4
  • Sapore di te 6
  • Sapore di te 3
  • Sapore di te 5
  • Sapore di te 1
  • Sapore di te 7
Sapore di te

Dopo esattamente trent’anni i Vanzina tornano a Forte dei Marmi per rilanciare gli anni ’80.
Anni pieni di allegria e di canzoni altrettanto mitiche di quelle degli anni ’60.

Titolo

Sapore di te

Nazione

Italia

Genere

Commedia

Anno

2014

Durata

101′

Cast

Serena Autieri, Nancy Brilli, Eugenio Franceschini, Matteo Leoni, Virginie Marsan, Maurizio Mattioli, Giorgio Pasotti, Katy Saunders, Valentina Sperlì, Martina Stella

Regia

Carlo Vanzina

Uscita

09/01/2014

Produzione

Medusa Film

Sinossi

Il grande successo di “Sapore di Mare” nel 1983, ambientato negli anni ’60 rilanciò quegli anni e la colonna sonora di quell’epoca allegra e disincantata.

Dopo esattamente trent’anni i Vanzina tornano a Forte dei Marmi per rilanciare gli anni ’80. Anni pieni di allegria e di canzoni altrettanto mitiche di quelle degli anni ’60.

Attraverso il racconto di due estati (quelle del 1983 e del 1984) il film illustra uno spaccato della società italiana di allora. I protagonisti di questa storia sono tanti. Ci sono Luca e Chicco, due compagni d’università, che si innamorano della stessa ragazza. C’è Anna, che sta per laurearsi e che incontra Armando, uno Steve McQueen di provincia che gli rapisce il cuore.

C’è la famiglia Proietti, con Alberto tifoso romanista, sua moglie Elena e la figlia diciassettenne Rossella, oggetto delle attenzioni di Luca e Chicco.

C’è il Ministro De Marco, un simpatico socialista napoletano travolto dalla passione per la sentimentale e ingenua Daniela, una giovane soubrette di “Drive In”.

Intorno a loro un mosaico di caratteri tipici di quell’epoca: il bagnino Renato, che seduce le giovani straniere, la compagnia della spiaggia dei ragazzi sempre pronti a scherzi goliardici e a scappatelle sentimentali, i genitori di Luca, due borghesi milanesi che rimpiangono gli anni ’60…

Il film vuole essere un piccolo e divertente romanzo sentimentale sull’amicizia, l’amore, il successo, il destino. E infatti, nel finale, in una frenetica carrellata dagli anni ’80 ad oggi seguiamo le vicissitudini dei nostri protagonisti e quello che la vita ha riservato per loro.

Sono finali commoventi, divertenti e spesso anche felici come quelli dei film dove prima dei titoli di coda arriva sempre immancabilmente l’happy end.