ALESSANDRO PREZIOSI PRESIDE INFLESSIBILE IN “CLASSE Z” DI GUIDO CHIESA

ALESSANDRO PREZIOSI PRESIDE INFLESSIBILE IN “CLASSE Z” DI GUIDO CHIESA

SET ROMANO PER LA COMMEDIA DI GUIDO CHIESA CON LA WEBSTAR GRETA MENCHI

Un preside inflessibile che “pensa di risolvere i problemi creando studenti di serie A e di serie B, ed entra così in conflitto con un professore idealista (Andrea Pisani)”. Così Alessandro Preziosi, alla fine della giornata di riprese in una scuola della periferia romana descrive con l’ANSA il suo personaggio in Classe Z, nuova commedia di Guido Chiesa, su un gruppo di studenti decisamente irrequieti, che ha fra gli interpreti la webstar Greta Menchi (al suo debutto in un film), Enrico Oetiker, Alice Pagani e Antonio Catania. Prodotto da Colorado Film in collaborazione con Medusa, sarà  nelle sale a metà marzo, 100 giorni prima degli esami di maturità.“Come in Belli di papà, il tono è leggero ma c’è  il conflitto. Lì era generazionale, qui è tra studenti e professori – spiega Chiesa, che domani terminerà le riprese, durate cinque settimane -. L’idea mi è venuta dai racconti che mi fanno le mie figlie liceali, di studenti che fanno casino e professori frustrati o che danno di matto”.
Al centro della storia un liceo scientifico dove il primo giorno dell’anno della maturità, gli studenti più problematici della scuola si ritrovano tutti, per volontà del severissimo preside, nella stessa classe. Fra di loro Ricky (Oetiker, che sta per iniziare le riprese di un corto nel quale interpreterà Gabriele Sandri), che se la cava sempre copiando; la fashion victim Stella (Menchi) e Viola (Pagani), tanto brillante quanto litigiosa. L’unico professore che sembra interessato ad aiutarli è il nuovo supplente d’italiano, Marco (Pisani), che dopo essere diventato il loro bersaglio preferito, gli offre la possibilità di non farsi schiacciare dal ‘sistema’.
“La scuola di oggi tende a produrre ‘scarti’ degli studenti che faticano a rientrare in certi schemi e orientamenti – spiega Chiesa, dopo aver diretto il cast in una scena con ragazzi e commissione d’esami a confronto -, forse perché e’ ancora basata su metodi ottocenteschi. Il giovane professore del mio film all’inizio è ingenuo, vorrebbe ispirarsi all’Attimo fuggente, ma riesce si e no a farne la parodia. Riesce comunque a instaurare il dialogo con gli studenti, trattandoli come persone. Una cosa che oggi i professori spesso non riescono a fare”.
Il personaggio di Preziosi, preside inflessibile in ‘Classe Z’ (al quale collabora la più grande community di studenti in Italia, Scuola Zoo) è lontano dal suo percorso di liceale: “Ero irrequieto, faticavo a restare seduto cinque ore e a studiare quello che vivevo come un’imposizione, in una scuola che era estremamente severa – spiega -. La mia passione per lo studio e’ nata dopo”.
Per la youtuber ventunenne Greta Menchi “la recitazione è una passione fin da piccola. Sto scoprendo il cinema, è una grande emozione per me – dice -. Il mio personaggio è molto ‘regina’, un po’ ‘sassy’, altezzosa e fashion victim, con i capelli sempre perfetti… il mio opposto” dice sorridendo. Il web ‘”e’ stato il primo spazio che ho trovato per esprimermi, ora sto realizzando un sogno”.
Chiesa ha già in cantiere altre due commedie (“un genere con cui da tempo mi volevo mettere alla prova”), ma anche due progetti con temi drammatici. La vicenda di Giuseppe Gulotta, che ha trascorso ingiustamente 22 anni in carcere con l’accusa, poi caduta, di aver partecipato alla strage di due carabinieri, e la storia dell’austriaco Josef Fritzl che ha tenuto imprigionata e violentato per 24 anni in un bunker sotterraneo la figlia Elisabeth, da cui ha avuto sette figli.

Di: Francesca Pierleoni
FONTE: ANSA